Albergo Sardegna a due passi dal centro di Oristano

Telefono
+39 0783 210389
Scegli lingua
Prenota online
o verifica disponibilità
3
buoni motivi per prenotare sul nostro sito ufficiale
  • Qui hai la garanzia di acquistare al miglior prezzo
  • Disponibilità reale delle camere in vendita
  • Trasmissione sicura della tua carta di credito
Offerte

Al centro di Oristano

Accedi al cuore dell’antica capitale giudicale, patria di Eleonora d’Arborea, e assapora l’atmosfera medievale nella trama viaria dei vicoli e delle piazze immersi nel silenzio.


Il percorso di scoperta del centro storico - a 5 minuti di cammino dal Mistral2 - comincia con la Pinacoteca Comunale di Via S. Antonio, dove è possibile visitare la collezione permanente del Comune di Oristano, mostre temporanee di artisti di grande prestigio internazionale e del Novecento sardo, nonchè un'apposita sezione dedicata alla Sartiglia.


Proseguendo sulla destra si trova la neoclassica Chiesa di San Francesco, dove è esposto il Crocifisso di Nicodemo, tra i più noti Cristi doloranti, di fattura spagnola del XIV secolo. Poco distante, la Cattedrale di Santa Maria Assunta e il Museo Diocesano, che raccoglie i famosi argenti arborensi del XIV e XV secolo, oltre a uno dei più antichi Dossali presenti in Sardegna, dipinto alla fine del XIII secolo da Memmo di Filippuccio.


La vicina Piazza Eleonora, con la statua in marmo della giudicessa Eleonora d'Arborea, collocata al centro della piazza, rappresenta il salotto cittadino, con la sede degli uffici amministrativi del Comune. D'estate costituisce un punto d'incontro per tutti gli abitanti: i bambini giocano nel grande rettangolo del piazzale e i più grandi si ritrovano per chiacchierare.

Da qui, Corso Umberto, comunemente chiamata Via Dritta, porta a Piazza Roma, dove sorge la Torre di San Cristoforo (o Torre di Mariano II), unica traccia della cinta muraria giudicale risalente alla fine del XIII secolo.


Proseguendo lungo l'antica Via Parpaglia, si trova l'ottocentesco palazzo Parpaglia, sede dell'Antiquarium Arborense, il più importante museo della Provincia di Oristano, che presenta una vasta raccolta di reperti archeologici antichi risalenti all'epoca neolitica, nuragica, punica e romana.


Attraverso i vicoli del centro ci si imbatte in una seconda torre, Portixedda, che, situata nei pressi di Via Mazzini, costituiva l'antico ingresso alla cittadina, anch'essa facente parte dell'antica cinta muraria. Oggi è utilizzata per mostre temporanee.